You are currently viewing É il momento giusto per acquistare un’auto nuova?

É il momento giusto per acquistare un’auto nuova?

  • Categoria dell'articolo:Motori
  • Autore dell'articolo:

Con il mercato dell’automobile in fase di stallo, partono una serie di incentivi.

Nonostante l’allentamento delle misure di contenimento del Covid-19 e la riapertura dei concessionari, a maggio il mercato auto europeo – Ue, Efta e UK – subisce un’altra brusca flessione del 56,8% su base annua, che per quanto inferiore a quella di aprile del 78,3% porta il calo nei primi 5 mesi dell’anno al 42,8% rispetto allo stesso periodo del 2019. Gli arretramenti sono a doppia cifra in tutte le 27 nazioni europee, rileva Acea. A subire gli impatti più forti sono Regno Unito (-89%) e Spagna (-72,7%), mentre negli altri quattro principali mercati continentali le vendite sono dimezzate: Francia (-50.3%), Italia (-49.6%) e Germania (-49.5%).

Secondo il centro Studi Promotor, struttura di ricerca specializzata sul mercato dell’automobile, le prospettive sono tutt’altro che positive: “non è infatti pensabile un rapido recupero spontaneo perché la ripresa delle attività economiche dopo la quarantena è lenta, perché l’economia è stata colpita pesantemente, perché la capacità di spesa dei privati e delle aziende ha subito forti contrazioni e perché interi comparti della domanda di autovetture sono in profonda crisi”.

D’altro canto, è ipotizzabile che chi avesse le risorse per azzardare un cambio di automobile in questo momento delicato, avrebbe parecchi vantaggi a livello economico:

-possibilità di acquistare un veicolo al prezzo decisamente più basso di quello di listino. Data la quasi immobilità del mercato dell’automobile, le concessionarie stanno cercando di muovere capitali, ad esempio introducendo nuovi KM 0;

-possibilità di sfruttare alcuni incentivi già approvati ed altri al vaglio per i prossimi emendamenti.

Automobili a KM 0

Quali saranno gli incentivi auto 2020?

La proposta che sembra essere più accreditata riguarda l’estensione degli incentivi per i veicoli ibridi anche alle vetture Euro 6 con motore termico.

Tuttavia, tra le decisioni già confermate c’è il bonus fino a 4.000 mila euro per le macchine che rientrano nella fascia 0-20 g/km di CO2 (incluse quelle elettriche). 6000 euro se l’acquirente rottama una vecchia auto da Euro 0 a Euro 4. Se invece il modello di auto nuova produce emissioni tra 21 e 60 g/km si ha un bonus che va da 1500 euro a 2500 con rottamazione. Le associazioni di categoria avevano sollecitato anche l’estensione di un bonus per le vetture nella fascia da 61 a 95 g/km, ma al momento il decreto non prevede nulla per questi veicoli.
Tra gli emendamenti che potranno essere approvati, oltre appunto all’inserimento di questa terza fascia di veicoli, ci sono:

-incentivo per acquisto Euro 6 ed Euro 5 con rottamazione vecchia auto;
-aumento della copertura economica per finanziare gli incentivi auto anche il prossimo anno;
-sospensione dell’Ecomalus per il 2020;
-riduzione tasse sulle auto aziendali;
-bonus (da 1.000 a 3.000 euro) per i veicoli commerciali;
-un fondo di quasi 500 milioni per i veicoli industriali.

In attesa di ulteriori sviluppi su questa vicenda, vi invitiamo a leggere “Assicurazione auto: cosa cambia col nuovo emendamento“.

Il 70% dei nostri lettori aiuta GenericNews.it a crescere condividendo gli articoli sui social.
Aiutaci anche tu a diffondere la buona informazione!